Visite mediche dal 1° gennaio 2019 il rimborso è a tariffa

1. VISITE MEDICHE: UN’UNICA TARIFFA DI RIMBORSO DI €. 65,00
(Nomenclatore Tariffario – sez. 5.7)
 
Dal 1° gennaio 2019 (data del documento di spesa) la visita medica ambulatoriale o domiciliare verrà rimborsata con una tariffa di €. 65,00.
 
L’attuale criterio, come è noto, prevede invece il rimborso pari all’80% della spesa sostenuta per la visita con la detrazione fissa di €. 51,65 sulla pratica che la contiene.
 
La motivazione sottostante al cambiamento è quella di garantire un rimborso congruo delle visite mediche che oggi in maggioranza sono penalizzate dalla detrazione.
 
Facciamo un esempio:
 
Importo della visita medica              Euro
100,00
     
         
  CRITERIO DI RIMBORSO RIMBORSO
LORDO
DETRAZIONE RIMBORSO NETTO
ATTUALE RIMBORSO 80% 80,00 51,65 28,35
         
DAL 1° GENNAIO 2019 TARIFFA 65,00 0,00 65,00
           
 N.B.: il nuovo criterio di rimborso viene adottato sperimentalmente per il 2019
 
 
2. TARIFFA DI RIMBORSO DI € 200,00 PER ALCUNI TIPI DI VISITE MEDICHE
(Nomenclatore Tariffario – sez. 5.7)
 
Sempre dal 1° gennaio 2019 il Consiglio di Gestione ha ritenuto di riconoscere un rimborso più elevato di € 200,00 per alcune visite specialistiche che attengono a patologie degne di particolare attenzione:
 
- visita specialistica di oncologia
- visita specialistica di radioterapia oncologica
- visita specialistica di neurologia (solo per morbo di Parkinson – malattia di Alzheimer – Sclerosi multipla)
- visita specialistica di neurologia (solo per emorragia o infarto cerebrale)
- visita specialistica di cardiologia o in malattie dell’apparato cardiovascolare (solo per emorragia o infarto cerebrale).
 
Operativamente, per mettere gli uffici in condizione di liquidare correttamente una visita medica, è necessario che la diagnosi (può essere indicata anche nel documento di spesa) e la specializzazione del medico devono essere entrambi presenti nella documentazione al momento della richiesta di rimborso.
 
N.B.:
- non sono ammesse pertanto richieste di revisione presentando documentazione aggiuntiva rispetto a quella originariamente inoltrata;
 
- per ogni suggerimento consigliamo di rivolgervi all’ Associazione Territoriale Manageritalia di appartenenza
 
- il nuovo criterio di rimborso viene adottato sperimentalmente per il 2019
 
 
Stampa Pagina
PDF