Preventivazione dei rimborsi in forma indiretta

PREVENTIVAZIONE DEI RIMBORSI IN FORMA INDIRETTA

 
Gli iscritti che desiderano conoscere anticipatamente l’entità del rimborso del Fondo per determinate prestazioni sanitarie da fruire in forma indiretta possono avvalersi, tramite le Associazioni Territoriali Manageritalia, del servizio di “preventivazione dei rimborsi” sia a carattere medico-chirurgico che odontoiatrico.
Nella forma indiretta, infatti, si rileva da sempre un'ampia variabilità di costi anche con riferimento ad una medesima prestazione erogata nello stesso territorio.
In questo modo l’iscritto potrà evitare spiacevoli sorprese al momento del rimborso.

COME RICHIEDERE UN PREVENTIVO AL FASDAC


Fase 1 Richiesta preventivo alla struttura/sanitario
L’assistito richiede alla struttura o al professionista sanitario un preventivo dettagliato delle prestazioni da eseguire, con i relativi costi, allegando la documentazione sanitaria necessaria per la valutazione. In generale si tratta di fornire gli stessi elementi richiesti per una corretta istruzione delle pratiche di assistenza indiretta (al posto della cartella clinica - logicamente non disponibile - deve essere inviata una descrizione particolareggiata dell’intervento).
L’eventuale indicazione da parte dei sanitari / struttura sanitaria dei codici del Nomenclatore Tariffario del Fasdac non sostituisce la necessità da parte del Fondo di acquisire la documentazione analitica richiesta. Pertanto la richiesta di preventivo così formulata non potrà essere presa in considerazione.

Per i preventivi medico-chirurgici è necessario che vengano specificate le singole prestazioni con i relativi importi.

Per i preventivi odontoiatrici è necessario che vengano specificati gli elementi dentari trattati, l’indicazione delle arcate e dei quadranti interessati alle prestazioni ed i materiali usati per il confezionamento delle protesi.

Non devono essere inviati al Fondo preventivi formulati a forfait. Come è noto, i rimborsi del Fondo sono basati su un Nomenclatore Tariffario secondo voci singole. In questi casi non è quindi possibile quantificare il rimborso.
 
Fase 2 Invio preventivo alla AT MIT
La richiesta deve essere trasmessa all’Associazione Territoriale Manageritalia di appartenenza:
  • in forma cartacea: in questi casi è cura dell’Associazione scannerizzare il preventivo e trasmetterlo al Fasdac;
  • per via telematica: si richiede che la documentazione sia inviata all’Associazione nei formati standard jpg o pdf (non utilizzare file in formati che prevedano l’installazione di programmi specifici per la visione).
Fase 3 Trasmissione preventivo al Fasdac
L’Associazione Territoriale Manageritalia invia al Fasdac la richiesta di valutazione del preventivo.

Fase 4 Valutazione preventivo
Il Fasdac valuta il preventivo e, se occorre, richiede ulteriore documentazione aggiuntiva.

Fase 5 Invio valutazione alla AT MIT
Il Fondo comunica la valutazione alla Associazione Territoriale Manageritalia.

Fase 6 Inoltro valutazione assistito
L’Associazione Territoriale Manageritalia provvede ad inviarla all’assistito.
 
 
IMPORTANTE
E’ bene precisare che la valutazione di un preventivo riveste un carattere orientativo e non vincola il Fasdac alla misura del rimborso spettante che potrà essere determinato esclusivamente sulla base delle prestazioni effettivamente fruite e della documentazione richiesta dalla normativa del Fondo.
Il tempo di risposta standard da parte del Fasdac per tutti i tipi di preventivi è di 5 giorni lavorativi dal giorno successivo all’arrivo di tutta la documentazione completa. Si consiglia pertanto di inviare per tempo la richiesta di valutazione del preventivo.
Si consiglia di inserire la valutazione del preventivo nell’eventuale pratica indiretta al fine di facilitare e rendere coerente la valutazione e la liquidazione del rimborso.
Non si rilasciano valutazioni di preventivi di rimborso relativamente a prestazioni già eseguite e fatturate. In tal caso l’assistito può infatti richiedere direttamente il rimborso nella forma indiretta.
Stampa Pagina
PDF